Charity
Exprivia e HUMANA per gli orfani dell'Aids con l'Orphan Proejct

Domingos, Daniel e gli altri

Lo sguardo dei bambini è il nostro futuro

Le conseguenze dell'epidemia di Aids condizionano la vita della maggior parte delle persone in Mozambico. Quasi un adulto su 5 (circa il 15% della popolazione adulta) è sieropositivo, oltre un milione di persone sono state infettate dal virus e svilupperanno l'Aids negli anni futuri. Il numero degli orfani è in crescita. Nel 2007 si stimava che quasi un milione di orfani aveva perso la madre o entrambi i genitori a causa del virus.

Il lavoro di Adpp Mozambico è sostenere la capacità degli individui, dei gruppi e delle organizzazioni che operano per fermare la diffusione del virus e mitigare le conseguenze della malattia.

L'idea di Hope Maputo è sostenere le persone affette da Hiv/Aids per dar loro la possibilità di vivere più a lungo e con meno sofferenze: le persone affette da Hiv/Aids devono essere parte attiva nel risolvere i loro stessi problemi.

L'orphan Project ed il sostegno di Exprivia

Il programma Hope prevede una sezione espressamente dedicata alla tutela dell'infanzia coinvolta nelle conseguenze dell'epidemia di HIV/AIDS: l'Orphan Project. Oltre al bisogno di cibo e riparo, ciò che principalmente minaccia il benessere degli orfani è l'impossibilità di ricevere educazione, cure e protezione da un membro adulto della famiglia. Per garantire salute, educazione e protezione alle migliaia di bambini coinvolti, l'Orphan Project ha individuato quattro interlocutori con cui agire:

  • i bambini stessi
  • le scuole/gli insegnanti
  • i leader locali
  • gli adulti della comunità

Per la crescita sana dei bambini è di fondamentale importanza il coinvolgimento di tutti gli adulti del contesto in cui vivono gli orfani. Per questo una delle prime attività implementate è stata la formazione di insegnanti e leader di comunità che possano affiancare o realizzare in modo efficace le azioni proposte dal nostro partner locale.

Exprivia, a partire dal Natale 2006, si è impegnata a sostenere 100 bambini diventati orfani a causa del dilagare dell'AIDS in Mozambico. Questi bambini hanno perso uno o entrambi i genitori a causa della malattia e sono affidati alle cure di parenti o conoscenti che spesso non hanno i mezzi e le risorse – non solo materiali – per prendersi cura di loro.

I bambini sostenuti da Exprivia sono tutti residenti nella zona di Maputo e il progetto garantisce loro cibo, cure, istruzione, tutela dei diritti e attività extrascolastiche che impegnino in maniera sana e educativa il loro "tempo libero".

Tra le priorità del programma vi è lo studio, da parte dei bambini, della lingua portoghese: la maggior parte di loro viene da famiglie che parlano la lingua locale e imparano il portoghese solo a scuola con grandi difficoltà ad apprendere le nozioni che ricevono a scuola. Recentemente è stato introdotto all'interno del programma anche un corso di lingua inglese.

Il percorso educativo dei bambini prevede un'enfasi speciale sulle pratiche d'igiene personale quali l'importanza di lavarsi i denti e della pulizia della persona. Oltre ad avere cibo, vestiti, divise e materiale scolastico (in alcuni casi anche il pagamento delle rette scolastiche), assistenza sanitaria e psicologica, i bimbi svolgono una serie di attività sportive e culturali in ambienti protetti.

La pratica sportiva, in particolare, permette di ridare ai bambini consapevolezza, valore e regole per stare insieme: negli anni i bimbi sono stati coinvolti in diverse attività tra cui calcio, badminton, pallavolo e ping pong. Al gioco e allo sport vengono affiancate attività culturali ed espressive come la lettura, la danza, il canto, il teatro e gite per conoscere il territorio in cui crescono.

Dal 2010 il numero di bambini beneficiari del progetto è cresciuto da 100 a 150 e alle attività già descritte si sono aggiunte piccole attività lavorative (cucito e coltivazione dell'orto) sotto forma di laboratori per dare il proprio contributo all'economia famigliare.

Dall'Orphan Project: le testimonianze

"Ho 8 anni e frequento la terza classe. I miei genitori sono malati di aids e vivo con la nonna che è già vecchia. Mi è piaciuto molto vedere il mare… è tanto bello e azzurro… e giocare con i pappagalli. Voglio chiedere a Exprivia dall'Italia di non dimenticare i bambini orfani. Del mio gruppo siamo in venti". (Lazzaro – 8 anni)

Con un sorriso innocente
che vive giocando
Siamo diversi, siamo uguali
gioventù speranzosa.
Nel mondo, abbiamo una
missione, molte illusioni.
Un grande cuore
Siamo bambini di nessuno
E continuiamo a sognare
Sperando che un giorno ci sveglieremo
Con qualcuno da abbracciare.
Grazie ad Exprivia per la Giornata Internazionale della Gioventù.
(Domingos Maibasse 14 anni – Machava)

Sono un bambino molto felice
Pieno di gioia, bontà e tranquillità
Vorrei conservarmi
Come una pianta, un fiore
Che sta bene in qualsiasi luogo
Come una casa dipinta di bianco
Come il sole che illumina il mio paese
Grazie Exprivia per avermi organizzato una Giornata dell'Infanzia così bella.
(Daniel Matte, 8 anni, Beluluane)


  Il Progetto Hope: una speranza contro il contagio
  L'Orphan Project
  Exprivia per l'Orphan Project di Maputo
  Il riconoscimento a Exprivia per il sostegno all'Orphan Project di Maputo



Exprivia SpA Società soggetta a direzione e coordinamento della società Abaco Innovazione SpA

Sede Legale Via A. Olivetti 11 70056 Molfetta BA
Capitale Sociale i.v. Euro 26.979.658,16 • N. iscrizione al Reg. Imprese di Bari e C.F. 00721090298 P. IVA 09320730154
exprivia@pec.it
credits